La Scuola di Chiappera - Ospitalità montana

IL TERRITORIO

"Le grandi montagne hanno il valore degli uomini che le salgono, altrimenti non sarebbero altro che un cumulo di sassi."

Walter Bonatti

L’aria di Chiappera ha quel tipico sapore frizzante e ravvivante, negli istanti che precedono il tramonto a quota 1.600 m slm.
Chiappera, borgata del comune di Acceglio, nella provincia di Cuneo, invita tutti a stupirsi e respirare aria buona e propone ai più audaci una rigenerante camminata su sentieri montani per raggiungere vette incontaminate oppure per assaporare un soffio di aria francese oltrepassando il vicino confine.
Chiappera è la borgata che costringe la lunga Valle Maira al suo limite nord occidentale. È una delle vallate cuneesi facente parte dell’ampia area occitana che si estende dall’Italia nord occidentale alla Spagna, ed è tipica per il suo aspetto incontaminato e selvaggio, che sembra non essere mai cambiato nel corso degli ultimi decenni.
Borgata, termine utilizzato tecnicamente per rappresentare l’entità minima con cui è possibile definire una località abitata, racchiude in sé l’immenso di una piccola popolazione collaborativa e tradizionalista, allegra e misteriosa, aperta a nuove iniziative.
La natura qui fa da padrona, uno scenario grandioso, scolpito da ghiacciai antichissimi che hanno creato, nel corso dei secoli laghi, fiumi, cascate magnifiche come quelle di Stroppia, ma soprattutto cime che superano i 3.000 m di altitudine: Sautron, Gruppo dello Chambeyron, Maniglia; tra loro si distingue l’incredibile sperone quarzitico del Gruppo Castello-Provenzale, preso d’assalto dagli scalatori. Il gruppo Castello-Provenzale è stato definito un angolo di Dolomiti trapiantato in Piemonte.


SEGUICI SU